Papini di Chioggia

Papini di Chioggia

Porzioni

6

persone
Preparazione

45

minuti
Cottura

3+40

minuti


I Papini sono dei biscottini tipici di Chioggia, una località di mare, detta anche la piccola Venezia.
Sono dolcetti tipici Pasquali ma si trovano nei panifici della zona tutto l’anno.

La loro forma è insolita, ovvero a ciambellina incisa lungo la circonferenza e la loro consistenza è molto particolare.
La preparazione è simile appunto a quella dei biscotti, mentre la cottura a quella dei taralli.

Ingredienti

  • 250 g farina

  • 100 g zucchero

  • 30 g burro

  • 1 uovo+1 tuorlo

  • 1 pizzico di sale

  • 2 cucchiai di latte

Procedimento

  • Mettere nel mixer (o impastare a mano) farina, zucchero, burro morbido, uova, sale e latte e azionare per un minuto circa.
  • Con le mani poi lavorare leggermente fino ad ottenere un panetto omogeneo, mettere in frigo con pellicola per 1 ora.
  • Composizione:
  • Prelevare delle piccole quantità di impasto, circa 20 grammi, formare dei bastoncini e poi unire le estremità formando delle ciambelline. Per evitare che le estremità si stacchino è consigliabile bagnarle con acqua prima di unirle.
  • Portare in una pentola capiente dell’acqua a leggera ebollizione, cuocere i Papini (pochi alla volta) per 3 minuti a fiamma bassa.
  • Lasciarli asciugare per 1 ora sopra un canovaccio, poi trasferirli sopra una placca ricoperta di carta forno per una notte intera (o 10 ore circa).
  • Con la lama di un coltellino affilato, incidere lateralmente lungo la circonferenza le ciambelline.
  • Cuocere a 150° per 40 minuti circa.

Consigli

  • Si conservano in un barattolo ermetico ben sigillati.
  • Sono deliziosi abbinati ad una crema per un fine pasto, oppure a della marmellata per merenda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.