Mandorlato di Cologna Veneta

Mandorlato di Cologna Veneta

Porzioni

4

persone
Preparazione

90

minuti
Cottura

60

minuti


Il mandorlato è un tipico dolce del periodo natalizio risalente al  XVI secolo, infatti, veniva già apprezzato dalle nobili famiglie venete sin dai tempi della Serenissima Repubblica.

Il  mandorlato differisce dal torrone, in quanto nel primo vi sono soltanto mandorle, mentre nel secondo viene incorporato all’impasto un mix d i frutta secca. Oltre alla mandorle,  vengono utilizzati  uova, zucchero e miele.

Il Mandorlato di Cologna Veneta, piccolo comune situato nella bassa veronese, si caratterizza dalle altre lavorazioni regionali d’ Italia, in quanto il processo produttivo prevede una precisa sequenza nell’incorporare gli ingredienti.  Inoltre,  gli stessi vengono mescolati rigorosamente a mano lasciandoli fondere a fuoco lento per diverse ore.
Tradizionalmente, il Mandorlato di Cologna Veneta viene prodotto nel periodo settembre/dicembre con le mandorle fresche di raccolto; il giorno dell’Immacolata si svolge, proprio nel celebre comune scaligero, il tradizionale Festival del Mandorlato.

Il mandorlato “moderno” viene ideato verso la metà del XIX  secolo, quando il farmacista veronese Italo Marani decide di perfezionare la ricetta ideata qualche anno prima da Antonio Finco.

Ingredienti

  • 500 g mandorle pelate

  • 250 g miele

  • 1 albume

  • q.b. cannella

  • 1 pizzico di sale

  • q.b. cialde bianche (ostia)

Procedimento

  • Versare il miele in una casseruola, mescolare continuamente per 30 minuti a fiamma bassa e a bagnomaria. Dopo di che lasciate raffreddare per 30 minuti.
  • Montare l’albume a neve ferma con un pizzico di sale.
  • Mettere il miele sul fuoco, come spiegato in precedenza, incorporare metà dell’albume un po’ alla volta dal basso verso l’alto, facendo attenzione a non smontarlo. Continuare la cottura per altri 30 minuti, poi fare riposare per altri 30 minuti.
  • Intanto tostare le mandorle in forno a 120° per qualche minuto.
  • Portare il miele sulla fiamma ed inglobare il restante albume con delicatezza, poi
    aggiungere un pizzico di cannella e le mandorle.
    Ottenuto un composto omogeneo lasciare riposare 15 minuti.
  • Composizione:
  • Adagiare le cialde in una teglia, poi versare il mandorlato morbido e ricoprire a piacere con altra cialda.
    Lasciare raffreddare in frigo.
  • Tagliare in pezzi di dimensioni che preferite e conservare con carta lucida per alimenti in frigo.

Consigli

  • Si conserva in frigorifero per mantenere la compattezza.
  • E’ delizioso consumato a fine pasto con del caffè.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.