parola ciao

La parola ciao nasce in Veneto.

Ciao!!!

Mi viene proprio da esordire così, molto semplicemente, ed è proprio di questo che vi voglio parlare: la parola CIAO.

Ci sono alcune parole di uso comune che sono conosciute anche da chi non è molto pratico della lingua italiana. Il loro significato è semplice, ma la storia che si nasconde dietro non è così nota e racconta di epoche lontane.
Una di queste è la parola “ciao” che possiede un’etimologia inaspettata ed è la forma di saluto, della nostra lingua, più amichevole ed informale.

La sua origine risale all’antichità, quando la parola latina “servus” era utilizzata come forma di saluto e di rispetto; con il passare del tempo, questo termine è stato “italianizzato” divenendo “schiavo”, in dialetto veneto (più precisamente veneziano) “sciavo”.

“Sciavo” indicava, quindi, la disponibilità verso una persona di rango superiore; in poche parole, da “sciavo” è nata la parola “ciao” come la conosciamo oggi.

In contrapposizione all’uso più formale che aveva in passato, nei tempi moderni ha assunto un significato assolutamente più leggero e confidenziale e capace di unire più persone di diverse culture e nazionalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.